Progetto Quadreria


L’apertura del Palazzo e della Quadreria di Palazzo Magnani realizzata dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e da UniCredit rappresenta l’attuazione di un progetto di grande rilevanza. Si schiudono le porte di un tesoro ad oggi ancora poco conosciuto, grazie alla stretta collaborazione fra i due attori, inserendo questo progetto, artistico ma non solo, in una fitta trama di relazioni nella città di Bologna.La valorizzazione del Palazzo e della Quadreria, di grandissima rilevanza in sé, si configura come il punto di partenza per costruire con le diverse realtà della città un luogo nel quale acquisisce materiale concretezza la collaborazione: con l’Università, con l’Accademia di Belle Arti, con le istituzioni musicali e culturali, con le imprese. Collaborazione aperta a chi vorrà contribuire a scrivere qualche riga di una nuova narrazione. Palazzo Magnani e la sua Quadreria costituiranno un nuovo importante tassello in quel tessuto di bellezza diffusa che caratterizza Bologna: un insieme di luoghi artistici di cui esplicitare la connessione. E in questo percorso si colloca l’intera via Zamboni in cui si trovano alcuni tra i più importanti luoghi d’arte e di cultura della città. Ma non si tratta soltanto di un’apertura alla città: si tratta anche di un’apertura simbolica e di un rinnovamento delle istituzioni che ne sono protagoniste, UniCredit e la Fondazione del Monte, le quali in un momento di grandi mutamenti economici e sociali ridefiniscono anche la propria fisionomia. Il progetto è per sua natura di rilevanza internazionale, perché tali sono le opere esposte, in primis l’affresco dei Carracci. Queste opere saranno a disposizione non solo degli studiosi ma anche dei visitatori di tutto il mondo, e messe in collegamento, in ogni modo, anche digitale, con i maggiori musei internazionali, promuovendo il dialogo fra antico e contemporaneo.

Giusella Finocchiaro
Presidente Fondazione del Monte

Giuseppe Vita
Presidente UniCredit