Marco Palmezzano
(Forlì, circa 1459 – 1539)

San Sebastiano

Tempera su tavola, cm 116 x 46


sul foglio in basso al centro: «marcho palmacianus / pictor F[orli]v[ensis] faciebat/M[C]CCCC [X]XI»

Una calma irreale, un silenzio sospetto; attorno al martire romano, già raggiunto al costato da un dardo sottile, la vita procede silente. Colli romagnoli alle sue spalle, «interminati spazi», «sovrumani silenzi, e profondissima quiete», dove naufraga il nostro guardo; oltre i merli di quel castello, oltre i rami spogli e secchi di un mondo al tramonto, dove il profilo delle valli come onde nel mare si perde nel cielo. Opera firmata, il cui cartone torna utile per la tavola speculare nella latina Strigonia, l’odierna Esztergom ungherese (fig. 4).


Fig. 4: Marco Palmezzano, San Sebastiano. Esztergom, Christian Museum, inv. 55.221.