Alessandro Tiarini
(Bologna 1577 – 1668)

Adorazione dei pastori

Olio su tela, cm 98 x 78


Buio pesto; i pastori saranno giunti a Betlemme guidati da torce e candele e Giuseppe gli accoglie nel rifugio di fortuna indicando loro dove guardare. La traccia da seguire era quella su carta (fig. 15), dove poco o nulla cambia rispetto alla piccola tela, salvo l’infante che, a colori, volge il viso non più alla madre ma a quei due angeli ai piedi della culla. Siamo nel terzo decennio del Seicento, ma Tiarini sembra volgere lo sguardo all’indietro di quasi cent’anni, sedotto più che da Roma e dalle sue malie da Venezia e dal suo fascino tintorettesco.


Fig. 15: Alessandro Tiarini, Adorazione dei pastori. Già Bologna, collezione privata.