Nel 2018 raddoppiati i visitatori di Palazzo Magnani

Sono state quattordicimila circa le persone che hanno varcato le porte di Palazzo Magnani nel 2018 per visitare la Quadreria e le mostre allestite nel corso dell’anno o per partecipare agli eventi organizzati nell’ambito della collaborazione intrapresa da Fondazione del Monte e Unicredit per valorizzare e promuovere il patrimonio artistico della storica dimora cinquecentesca. Un risultato quasi doppio rispetto al 2017, che aveva visto la presenza di 7.718 visitatori. Tra gli appuntamenti dell’anno, tra febbraio e marzo, Palazzo Magnani ha ospitato The Grandfather Platform, opera site specific di Luca Pozzi, inserita nel percorso espositivo di Arte Fiera – Art City, mentre dalla fine di ottobre è a disposizione dei visitatori Il Gandolfi dimezzato, la grande pala d’altare a firma di Ubaldo Gandolfi divisa in due pezzi e tornata opera unica, grazie alle ricerche di Marco Riccòmini. Una ulteriore apertura alla città è il risultato della iniziativa che ha visto la collaborazione del Dipartimento di Comunicazione e Didattica dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Bologna. “Quante meraviglie nel Palazzo!” è un progetto rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado che offre gratuitamente percorsi di scoperta delle opere d’arte conservate nell’edificio di via Zamboni. Lanciata alla fine del 2018, la proposta ha riscosso un grande successo. L’accordo di collaborazione stretto da Unicredit e Fondazione del Monte nel 2016 continua a portare risultati concreti, trasformando Palazzo Magnani in un centro propulsivo per la vita artistica e culturale della città.