Tra famiglia e mestiere. Le donne di Rossini

Un nuovo appuntamento con Gioacchino Rossini in Sala Carracci.

Giovedì 15 novembre alle ore 18 si terrà una conversazione/incontro con Jadranka Bentini e Silvia Carrozzino con interventi di Piero Mioli organizzata da due grandi associazioni femminili bolognesi: il Soropstimist Club Bologna e la sezione cittadina di Fidapa in occasione del 150° anniversario della morte del compositore (1868-2018).

La conversazione sarà seguita dal concerto “Voce di donna e d’angelo” per soprano e pianoforte prevede un viaggio attraverso alcuni dei lavori più noti del compositore pesarese con la voce di Francesca Pedaci e l’accompagnamento al pianoforte di Nicoletta Conti.

PROGRAMMA

  • “La promessa”, da “Soirées musicales
  • Crucifixus, da “Petite Messe solennelle
  • “Giusto ciel! in tal periglio”, da “Maometto II
  • “Selva opaca”, da “Guglielmo Tell
  • “La danza”, da “Soirées musicales”.

Seguirà un aperitivo in Quadreria.

L’evento rientra tra le attività del progetto artistico della Quadreria di Palazzo Magnani a cura della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e di UniCredit.

I Protagonisti

JADRANKA BENTINI – Presidente del Conservatorio di Musica Giovan Battista Martini di Bologna e membro del CdA di Fondazione Zucchelli. Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Bologna dal 1976 è stata iscritta nel ruolo degli storici dell’arte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. E’ stata direttore della Pinacoteca Nazionale di Palazzo Diamanti a Ferrara, direttore della Pinacoteca Nazionale di Ferrara, direttore della Galleria Estense di Modena, per tre mandati consecutivi membro del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto per i Beni Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna. Nel 1989 viene nominata primo dirigente del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e assume poi il ruolo di Soprintendente per il Patrimonio Storico, Artistico, Demoetnoantropologico di Modena e Reggio Emilia e in seguito di Bologna, Ferrara, Forlì, Ravenna e Rimini; diviene direttore della Pinacoteca Nazionale di Bologna e in seguito del Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza. Nel 2005 diventa professore a contratto presso l’Università degli Studi di Bologna. E’ presidente dell’associazione Italia Nostra, sezione di Bologna, è autrice di articoli, saggi, pubblicazioni e cataloghi a carattere scientifico connessi alla storia dell’arte e al patrimonio artistico nazionale e ha curato numerose mostre in Italia e all’estero per conto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Ministero per gli Affari Esteri.

SILVIA CARROZZINO – Storico della Musica in qualità di critico musicale ha collaborato con le più importanti istituzioni e associazioni foggiane e bolognesi per le quali ha curato rassegne e stagioni concertistiche. Presso l’Università di Bologna ha tenuto un ciclo di lezioni sulla Musica Russa e curato programmi radiofonici d’informazione musicale.
Già titolare presso il Conservatorio di Foggia della cattedra di Storia ed Estetica della Musica e del corso biennale di Storia e Analisi del Repertorio Pianistico, con il compositore Paolo Quilichini ha istituito il Laboratorio di Musica per il cinema poi confluito in Musica per film.
Al Conservatorio di Rovigo è titolare della Cattedra di Storia della Musica e del corso di Storia della Musica Applicata alle Immagini al Triennio e di Storia ed Estetica Musicale e Tecniche di Comunicazione della Musica al Biennio.

PIETRO MIOLI – Ha insegnato Storia della Musica nei conservatori di Verona e di Parma, e dal 1988 già insegnante di Storia e Storiografia della Musica ed Estetica Musicale presso il Conservatorio di Musica Giovan Battista Martini di Bologna. È consigliere d’arte dell’Accademia Filarmonica di Bologna, membro del comitato di redazione della rivista Nuova informazione bibliografica, de il Mulino, presidente e direttore artistico della Cappella musicale arcivescovile della Basilica dei Servi di Bologna, presidente onorario dell’associazione culturale Il saggiatore musicale. Collabora con alcuni teatri e diverse riviste e associazioni culturali. Tiene corsi presso l’Università Primo Levi e l’istituto Carlo Tincani di Bologna. È consulente musicale dell’editore Mursia (Milano), saggista, recensore bibliografico, divulgatore e conferenziere.